Internationaltransports.net




Alternative Medicines






Home
News
Earth
News
Air
News
Sea


Home » Normativa » Utility » UE - NON obbligo d'iscrizione Albi e REA

UE - NON obbligo d'iscrizione Albi e REA


NON Obbligo di iscrizione a REA e Albo per gli Spedizionieri Comunitari

Il verbale di intesa sottoscritto dal Governo ed associazioni del settore dell’autotrasporto la notte del 5-6 Settembre 2002  ha esplicitato le linee guida su cui l’esecutivo darà risposte strutturali ai reali problemi che da anni, ostacolano lo sviluppo del trasporto in Italia.

Luca Castigliego presidente della Spedapi, ci commenta: “I correttivi congiunturali ed i provvedimenti dettati dall’emergenza, non affatto idonei a rendere il settore più solido e quindi capace di rispondere efficacemente ai bisogni del sistema produttivo, alla concorrenza straniera, all’esigenza della tutela ambientale. Inserire nell’agenda governativa un contesto in cui gli operatori del comparto possano utilmente contribuire al dibattito
Ed alle decisioni in materia di infrastrutture, intermodalità  e liberalizzazione del settore, è però positivo. Il verbale però non segue le indicazioni della Comunità Europea.
Infatti esso contiene il rinvio per la completa liberalizzazione delle licenze e conferma l’abolizione del sistema tariffario obbligatorio.

La proroga della scadenza per la definitiva liberalizzazione dell’accesso all’esercizio della professione di autotrasportatore al luglio 2004. Ciò è un inutile rallentamento di un processo inevitabile ed irreversibile, che poco servirà alle imprese che non si adegueranno al più presto, alle nuove esigenze del mercato.

Esecuzione della sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee, sull’attività di Spedizioniere:

Art.1-bis

1.       Al fine di dare attuazione alla sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee dell’8 Guigno 2000, nella causa 264/99, all’articolo 11 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 14 Dicembre 1999 n. 558, dopo il comma 3 è aggiunto il seguente:

3-bis Gli spedizionieri comunitari che esercitano in Italia l’attività di spedizione in qualità di prestatori di servizi non sono soggetti all’obbligo di iscrizione nel registro delle imprese (REA), né all’obbligo di iscrizione all’elenco autorizzato istituito presso le Camere di commercio (Albo), industria e agricoltura di cui alla legge 1941, n. 1442




We are not responsible of the correctness and of the solvency of the advertisers of our network. Because of the mutable circumstances and of the complex nature of the information within the logistic and the transport the Publisher of the Portal, will not be responsible for all actions undertaken form the readers, regarding the furnished information and for the updating of the data furnished by the single advertisers.


Webmaster - Copyright © 1998, concessionaire: I.P. ELMORIANA LTD - All rights reserved